Seguici su

VISITA ALLA CHIESA MADRE DI MOTTOLA

Domani Domenica 14 gennaio alle 9,30 l'Archeogruppo e l'Archeoclub organizzano una visita alla Chiesa Madre di Mottola restaurata e restituita al culto di recente. Guida d'eccezione, oltre Giulio Mastrangelo, l'arciprete-parroco don Sario Chiarelli .

L'appuntamento è alle 9,00 presso piazza Garibaldi a Massafra. La chiesa Santa Maria Assunta ex-cattedrale di Mottola isale al 1198, riveste particolare importanza per i massafresi perchè fino al 27 Giugno 1818 è stata Cattedrale della Diocesi di Mottola di cui Massafra faceva parte prima dell'accorpamento con la diocesi di Castellaneta. Il restauro è venuta a costare oltre un milione di euro con un finanziamento di circa 700mila euro concessi dall’ufficio per l’edilizia del culto e dalla Cei; 50mila euro sono stati finanziati dalla Regione Puglia; 50mila euro dalla Soprintendenza e 60mila euro provengono dalle offerte dei fedeli. Il presbiterio con l’altare, la sede e l’ambone sono state donate dal parroco don Sario Chiarelli che si è assunto l’onere della realizzazione.Il restauro ha messo in luce nell’area presbiteriale due strutture funerarie ipogee, si tratta di due piccoli vani che contengono ossari risalenti al 600, secondo le indicazioni della Soprintendenza. Inoltre, è stato rinvenuto un affresco, in ottimo stato, raffigurante la Vergine del Rosario, e, verso la fine dei lavori, dentro l’altare, all’interno di una pergamena con sigillo vescovile, sono state scoperte le reliquie di San Tommaso Becket (Londra 1117 - Canterbury 1170). Si tratta di frammenti d’ossa che si trovavano nell’altare maggiore, consacrato nel 1883 dall’allora vescovo Gaetano Basile.

Redazione ViviMassafra


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA