Seguici su

PRESENTATO L’OSSERVATORIO RIFIUTI ZERO

“Sarà strumento di propulsione per l’Amministrazione, affinché siano migliorate la qualità della vita e dell’ambiente”. Questa la frase di apertura del sindaco Fabrizio Quarto in occasione della presentazione ufficiale dell’osservatorio “Rifiuti Zero”, avvenuta nella serata di sabato scorso presso il Teatro Comunale “N. Resta”.

Il presidente del Consiglio comunale, Maurizio Baccaro, ha introdotto i lavori tracciando una cronistoria sulle iniziative di sensibilizzazione e su come si sia passati da “rifiuto a risorsa”, definendo un nuovo percorso di economia circolare. Rifiuti Zero vede un “incontro” di amministratori, politici, imprenditori e rappresentanti dell’associazionismo, uniti per realizzare una corretta gestione del ciclo dei rifiuti secondo i seguenti principi: riduzione degli sprechi nel ciclo produzione-consumi attraverso una politica rifiuti zero che tenda prioritariamente a valorizzare la pratica delle cinque “R” nella gestione degli stessi e cioè: riduzione, riparazione, riuso, riciclo, responsabilità; protezione dell'ambiente e della salute; rafforzamento della prevenzione primaria delle malattie attribuibili ai rischi indotti da inadeguate modalità di gestione dei rifiuti; informazione e partecipazione dei cittadini alle decisioni istituzionali in materia di salute, ambiente e gestione dei rifiuti.

Il sindaco Fabrizio Quarto ha evidenziato come la sfida sia nel ridimensionare la quantità di rifiuti da portare in discarica, mantenendo sempre alta l’attenzione verso “rifiuti zero”.

L’assessore all’Ambiente, Tonia di Gregorio, si è soffermata sulle attività del suo assessorato che ha visto anche un risparmio di 50.000 euro per le casse comunali grazie alla separazione degli ingombranti. Di Gregorio ha auspicato l’avvio della tariffazione puntuale nel 2019.

Il consigliere incaricato al miglioramento della RD, Savino Lattanzio, ha parlato di quanto fatto per migliorare la raccolta differenziata, sia con attività di sensibilizzazione come il “concorso scuola riciclona”, sia di repressione con l’installazione di “video trappole mobili” per combattere l’abbandono incontrollato dei rifiuti. Altro tema trattato da Lattanzio è stato quello del nuovo Regolamento di Compostaggio di Comunità”, con relative agevolazioni TARI per coloro che esercitano proprio la pratica del compostaggio.

Il presidente della Commissione consiliare ambiente, Antonio Ciaurro, ha illustrato il Regolamento “Rifiuti Zero”.

Il presidente “Zero Waste Europe”, Rossano Ercolini, ha parlato della nuova rivoluzione industriale: “dall’era dei rifiuti all’era delle risorse”, coinvolgendo i cittadini “comuni” e considerando i cassonetti una “miniera urbana”, in quanto contengono preziosi materiali da trasformare e riciclare. “Riprogettiamo – ha concluso Ercolini – quanto non sia compostabile e riciclabile”.

Nel corso della serata è stato consegnato il premio “ZeroWaster” all’azienda Heineken di Massafra, eccellenza del territorio nel recupero dei rifiuti con il 99,79% di materiale riciclato. Il direttore dello stabilimento, Alina Taru, ha parlato dell’impegno dell’Azienda per un “business sostenibile”.

Al termine dell’incontro è stata sottoscritta l’adesione all’osservatorio da: sindaco Fabrizio Quarto; presidente del Consiglio comunale Maurizio Baccaro; assessore alla Qualità dell’Ambiente Tonia Di Gregorio; presidente Commissione consiliare Ambiente Antonio Ciaurro; Cristina Toma dell’Universal; Carmine Carella della CISA; Delio Monaco dell’ISDE, Maria Millarte di Legambiente, Giovanni Tammaro del comitato “No Raddoppio”.

Ufficio Stampa
Comune di Massafra


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA