IMPIANTO INCENERIMENTO E RECUPERO ENERGETICO FANGHI. QUARTO: NON ARRETREREMO DI UN MILLIMETRO

Non arretreremo di un millimetro”. La nostra contrarietà l’avevamo annunciata più volte e la confermiamo con il ricorso al TAR”.

Così il sindaco Fabrizio Quarto a proposito del ricorso dinanzi al TAR Puglia avverso la determina dirigenziale del Settore Pianificazione ed Ambiente della Provincia di Taranto inerente al provvedimento favorevole di compatibilità ambientale e l’autorizzazione integrata ambientale (VIA/AIA) relativamente all’impianto di incenerimento e successivo recupero energetico dei fanghi in Massafra.

Abbiamo conferito – ha affermato il sindaco – l’incarico legale ad un esperto in diritto amministrativo con particolare riguardo alla tutela ambientale, a cui si affiancherà l’avvocatura comunale.

Il sindaco Quarto ricorda ancora una volta come già il Consiglio comunale, il 22 novembre 2016, ribadiva la contrarietà alla realizzazione di impianti, nel territorio, che potevano produrre emissioni insalubri, considerato che l’area massafrese rientra nel novero di quelle “ad elevato rischio di crisi ambientale”. Contrarietà che veniva confermata con atto di Giunta del 26 maggio 2017. Da qui – continua Quarto – appare opportuno e doveroso proporre ricorso dinanzi al TAR contro la determina dirigenziale della Provincia di Taranto, recante il giudizio favorevole di compatibilità ambientale, e la contestuale AIA.

Ciò che sconcerta – conclude il sindaco – è la leggerezza di esame della Provincia che ha ignorato tanto il giudizio negativo espresso dal Comune quanto il giudizio altrettanto negativo espresso dall’ARPA.

Ufficio Stampa
Comune di Massafra


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

on the spot

On The Spot

Eventi

PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

Seguici su