Seguici su

IMPIANTO DI RECUPERO FRAZIONE ORGANICA A MASSAFRA: NO DELLA REGIONE

Con Determinazione n. 152 del 6 giugno 2018 del Dirigente Sezione Ciclo Rifiuti e Bonifiche, la Regione Puglia ha approvato l’elenco dei Comuni ammessi alla selezione finalizzata alla “Individuazione di aree idonee alla localizzazione di impianti integrati anaerobici/aerobici destinati al recupero della frazione organica dei rifiuti urbani rivenienti dalle raccolte differenziate”.

Entro la scadenza del 5 marzo 2018 prevista dall’avviso, sono pervenute 9 domande, presentate dai Comuni di Nardò (25/01/2018), Pulsano (25/01/2018), Soleto (26/01/2018), Melpignano (26/01/2018), Brindisi (27/01/2018), Massafra (29/01/2018), Foggia (15/02/2018), Fasano (05/03/2018) e Manfredonia (05/03/2018).

La Commissione Tecnica di Valutazione, riunitasi il 12 aprile ed il 22 maggio 2018, dopo aver verificato la completezza della documentazione allegata, ha proceduto all’ammissione formale di tutte le candidature, per poi proseguire con la valutazione dell’ammissibilità sostanziale delle stesse.

Al termine dell’istruttoria tecnica sono risultate ammissibili le domande di 6 Comuni: Soleto (punti 53), Pulsano (p. 50), Foggia (p. 48), Melpignano (p. 41), Brindisi (p. 41) e Nardò (p. 37), di cui 4 con riserva. 

Le restanti candidature di Massafra, Fasano e Manfredonia non hanno superato l’esame, per la presenza di fattori escludenti.

In particolare, per Massafra la Commissione ha ritenuto che l’istanza presentata dal Comune non soddisfi i criteri di ammissibilità sostanziale, in quanto l’area proposta per la localizzazione dell’impianto è gravata da vincoli di tutela da dissesti e calamità (PAI Puglia) e da norme urbanistiche-territoriali (fasce di rispetto stradale, ferroviario).

Al termine della fase di negoziazione con i Comuni selezionati, l’Agenzia Regionale per il servizio di gestione dei rifiuti (AGER) produrrà i progetti di fattibilità tecnica ed economica sui quali la Regione Puglia, sulla base della pianificazione regionale, delibererà l’assegnazione del finanziamento per la realizzazione di impianti integrati anaerobici ed aerobici destinati al recupero della frazione organica dei rifiuti rivenienti dalle raccolte differenziate, dagli scarti delle aree verdi e da materiale legnoso, destinandoli alla produzione di compost di qualità e di biometano.

Redazione ViviMassafra


WhatsApp

Iscriviti al servizio WhatsApp e ricevi GRATUITAMENTE le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA